specifiche della compagnia

ABBONDANZA/BERTONI

Dal 1989, anno della prima serata a loro firma, Michele Abbondanza e Antonella Bertoni hanno tracciato un cammino che oggi li identifica come i maestri del teatro danza italiano.

Stanziali dal 2005 al Teatro alla Cartiera di Rovereto, Michele e Antonella  muovono la loro danza dall’urgenza di dare forma a una visione che, attingendo a diverse esperienze, da Alwin Nikolais a Dominique Dupuy, fino Carolyn Carlson e per la pratica dello zen, contrappone immagini, corpi e suoni che vibrano attorno a un concetto. 

È da questi moti dell’animo che nascono di volta in volta i più svariati progetti. Quelli per e con i bambini, da Romanzo d’Infanzia del 1997, alla nascita della Piccola Compagnia Abbondanza/Bertoni. Dalle partecipazioni e creazioni per TV e cinema, alla pedagogia per adulti e bambini di Scuola d’Azione, dai numerosi seminari, sino alla cura e al sostegno per nuovi autori cresciuti in seno alla compagnia, come Tommaso Monza e Valentina Dal Mas.

Senza dimenticare la creazione in forma di trilogia, Ho male all’altro, progetto quinquennale (2000-2005) sul tema del sacrificio per amore, si ispira liberamente alla tragedia greca. Il progetto Biologico sulla fragilità dell’umano coinvolge persone ‘speciali’: il “borderline” in Le fumatrici di pecore (2010), con la danzatrice-attrice diversamente abile Patrizia Birolo, il “bambino” ne Il Ballo del Qua (2012), l’“anziano” in Scena Madre (2012), in cui Antonella danza con la madre Paola.

Regione: Trentino
Città: Cartiera di Rovereto (TN)
Età: dal 1989
Direttori artistici: Michele Abbondanza e Antonella Bertoni

Mission: Non è una danza comoda, quella di Michele e Antonella, che cerchi il consenso incondizionato e il plauso del pubblico; è una danza che pone domande senza dare risposte, che smuove e fa vacillare senza offrire un sostegno, ma inevitabilmente un esito incerto. 

it_IT