specifiche della compagnia

Sanpapiè

Sanpapié è un progetto di ricerca artistica legato al corpo e alle sue innumerevoli capacità comunicative, espressive e performative. Un nucleo artistico, nato nel 2008, in continua apertura, che esplora contaminazioni, derive, possibilità e limiti del linguaggio fisico, tra astrazione e teatralità, classicità e performance. Il legame sempre stretto tra drammaturgia e coreografia, relazione tra contenuto e forma, porta all’innesco di processi creativi che sperimentano il linguaggio della danza nell’incontro con altre discipline, contesti non teatrali e pubblici diversi.

Più di cinquanta opere hanno accompagnato la compagnia a muoversi tra Italia, Europa, Cina, Arabia Saudita, stabilendo collaborazioni progettuali, artistiche e umane che ne hanno nutrito l’impegno culturale, la riflessione sociale e lo slancio progettuale.

La compagnia è composta da artisti provenienti da diversi ambiti: danzatori e coreografi ma anche attori, compositori, registi, artisti visivi e tecnici, di età e formazioni diverse che si integrano nelle reciproche differenze e competenze. L’attenzione all’autorialità è sempre centrale e il ruolo attivo degli artisti dialoga fortemente con la struttura organizzativa creando progettualità trasversali, coese e coerenti. Alle produzioni interne si aggiungono numerose collaborazioni con altre compagnie, progettazioni site-oriented, community specific e un’offerta formativa su più livelli, rivolta a interpreti professionisti ma anche ad amatori, gruppi specifici e comuni cittadini. La pluralità della proposta è necessaria a raggiungere e costruire pubblici diversi, aprire nuove direzioni per la ricerca, connettersi con stimoli nuovi e immaginare scenari possibili.

Regione: Lombardia
Città: Milano
Anno di fondazione: dal 2008
Direttrice artistica: Lara Guidetti

Mission: Il principio di accessibilità del linguaggio, pur nella sua cifra contemporanea e di ricerca, muove la compagnia verso incontri con realtà non solo appartenenti al settore spettacolo ma anche sociali e pedagogiche. Per Sanpapié il corpo è contemporaneamente campo d’indagine e strumento; perciò, la spinta verso la sperimentazione di nuove pratiche artistiche non si limita agli spettacoli ma cerca sempre forme di condivisione, divulgazione e provocazione.

it_IT